CONTRIBUTO PER L’ACQUA ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE

 CONTRIBUTO PER L’ACQUA ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE

Promosso dalla Regione Basilicata con il supporto operativo dell’Ente di Governo per i rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata (Egrib), sarà emanato un Avviso Pubblico per la concessione di un contributo integrativo sui costi dell’acqua rivolto ai nuclei familiari in condizioni di disagio economico. Questa misura si aggiunge alla rateizzazione della bolletta idrica, promossa da Acquedotto Lucano, per far fronte alla difficile fase post-Covid delle famiglie lucane. Il contributo erogato dalla Regione è complementare a quello già previsto dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), la cui domanda va presentata presso i Comuni, unitamente a quella per i contributi di energia elettrica e gas.

Importante novità di quest’anno, condivisa dal presidente Bardi, riguarda l’incremento del limite ISEE da otto a dieci mila euro, al fine di allargare in modo considerevole la platea degli utenti che potranno beneficiare delle risorse messe a disposizione della Regione pari a 2,8 milioni di euro. Il bando prenderà il via all’inizio del mese di luglio ed è rivolto ai nuclei familiari residenti nei Comuni della Basilicata e che abbiano un indicatore ISEE in corso di validità non superiore a 10 mila euro che sale a 20 mila euro, nel caso di nuclei familiari con più di tre figli a carico. Il contributo, determinato sulla base dei consumi medi rapportati ai componenti del nucleo familiare, è pari a: 75 euro (1 componente nucleo familiare), 100 euro (2 componenti), 125 euro (3 componenti), 150 euro (4 componenti) fino a 435 euro per famiglie con undici componenti. Per ogni componente eccedente le 11 unità, il contributo è incrementato di 45 euro.

Per i condomini con un unico contatore occorrerà presentare la dichiarazione dell’amministratore o capo condomino che attesti il pagamento per l’utenza idrica del 2017 e del 2018. Possono inoltre accedere ai benefici anche gli eredi conviventi di utenti deceduti nel corso degli anni 2017, 2018, 2019 e 2020 che non abbiano ancora provveduto a volturare il contratto di fornitura. Il contributo potrà essere erogato ai soli utenti in regola con i pagamenti. Per organizzare la presentazione delle domande l’Egrib ha già avviato rapporti con la consulta dei CAAF, sollecitando la semplificazione delle procedure. Le domande potranno essere presentate dal primo luglio al 30 ottobre presso i CAAF che aderiranno alla iniziativa, il cui elenco sarà pubblicato sul sito www.egrib.it.

Il governatore Bardi: “Abbiamo accolto con soddisfazione la proposta dell’Egrib di allargare i limiti ISEE per l’accesso a questo bando che rappresenta una boccata d’ossigeno per le famiglie in difficoltà. Le misure di contenimento della diffusione del COVID-19 hanno accentuato le difficoltà economiche di alcune famiglie lucane, in particolar modo per quelle numerose e con figli minori in cui situazioni di temporanea difficoltà lavorativa o familiare hanno inciso negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare. Negli anni precedenti parte delle risorse messe a disposizione dalla Regione Basilicata per il contributo acqua non venivano pienamente utilizzate. Questo fatto ci ha convinti della necessità di allargare platea di accesso alle provvidenze.

La Regione Basilicata ha stanziato 20 milioni di euro per le misure compensative del sistema tariffario del servizio idrico, al fine di contenere il costo della bolletta dell’acqua a favore di coloro che hanno una utenza domestica, a partire dai consumi relativi al 2015. Di queste: 18,6 milioni di euro sono le risorse destinate al contenimento del costo per le utenze del servizio idrico integrato e al bonus alle famiglie residenti in Basilicata che versano in condizioni di disagio economico, indipendentemente dal reddito; 1,4 milioni di euro sono destinati invece alle famiglie residenti in Basilicata con attestazione ISEE. Contiamo di estendere questi interventi anche agli anni successivi”.

di Pietro Soldo

Pietro Soldo

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *