G20: UNA VETRINA PER MATERA

 G20: UNA VETRINA PER MATERA

Dal prossimo 28 giugno Matera, dopo l’incoronazione a Capitale Europea della Cultura 2019, avrà a diposizione una nuova vetrina per mostrarsi al Mondo. La Città dei Sassi tornerà protagonista della scena internazionale ospitando il G20 dei Ministri degli Esteri. Infatti, dal dicembre 2020 l’Italia ha la responsabilità della Presidenza del G20 e dell’organizzazione di numerosi incontri istituzionali fino al vertice finale di luglio a Venezia. Una delle città scelte a rappresentare la nostra nazione come sede dei vari summit, al fine di valorizzare le eccellenze e la grande storia diffusa sul nostro territorio, è Matera. 

Un riconoscimento importantissimo, che dopo un anno di blocco al fermento economico e turistico creato nel 2019 dalla nomina a Capitale della Cultura causa Pandemia, può riportare sotto i riflettori le meraviglie e la storia del capoluogo di provincia lucano. Un’occasione da non perdere, dal 28 al 30 giugnosfileranno tra i Sassi i Ministri degli Esteri dei Paesi più industrializzati per discutere di cooperazione allo sviluppo e geopolitica, primi tra tutti lo statunitense Blinken ed il russo Lavrov. In quest’anno e mezzo contrassegnato dal flagello Coronavirus, Matera ha sofferto molto dal punto di vista economico. 

In primis, il Covid-19 ha impedito alla Città, così come a tutta la Basilicata, di sfruttare il volano creato dallo status di Capitale Europea. Gli operatori economici e le istituzioni materane molto avevano investito in chiave economica su un prevedibile sviluppo dei flussi turistici spalmato in più annualità. Purtroppo la Pandemia ha sconvolto scenari e previsioni decretando un anno e mezzo sabbatico sulle speranze di sviluppo del brand Matera come eccellenza mondiale. Perfino tutto l’humus culturale portato in città dalla lavorazione di grandi produzioni cinematografiche, una per tutte quella del venticinquesimo episodio della saga di James Bond “No time to die”, è rimasto un pezzo isolato di un puzzle ancora da completarsi. 

Ora, l’occasione di tornare ad incantare i grandi della Terra con le proprie bellezze artistiche, paesaggistiche e con l’unicità dello skyline dei Sassi è ghiotta. Bisogna riprendere il filo lasciato in sospeso causa virus e tradurre il forum dei leader mondiali in un battage promozionale in grande stile. Matera e la Basilicata, in quei pochi giorni, devono mettere in mostra tutta la cultura e la bellezza di cui trasudano i loro luoghi magici e fuori dal tempo. Il G20 del 2021 nella Città dei Sassi deve essere foriero di una visione regionale di promozione turistica come importante fattore di sviluppo socio-economico del territorio. In una situazione economica complicata ed emergenziale di post Pandemia, il turismo in Basilicata deve rappresentare lo stimolo per la ripresa economica e creare così nuove opportunità occupazionali e di filiera, al fine di risollevare un PIL regionale ad oggi depresso.

di K. von Metternich

K. von Metternich

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *