L’EMOZIONE DI CARLOS FRANCA

 L’EMOZIONE DI CARLOS FRANCA

“Certi amori non finiscono. Fanno dei giri immensi e poi ritornano”. Questo motivo, della celebre canzone di Antonello Venditti, sarà passato per la testa dei tifosi del Leone alla notizia dell’addio al Potenza Calcio di Carlos França. Un addio che ha sorpreso tutto l’ambiente rossoblù e che è stato annunciato nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso lo Stadio Viviani da un emozionato Presidente Caiata affiancato dallo stesso brasiliano. Carlos saluta Potenza ed il Potenza dopo tre anni di successi vissuti da protagonista assoluto, da leader, da uomo della provvidenza.

Il Bomber brasiliano era arrivato in città 3 anni fa dalla Triestina, aveva accettato senza indugi la sfida di una Serie D vissuta al Sud. In sole tre stagioni ha portato la squadra rossoblù, sospinta dai suoi goal, dalla Serie D a giocarsi da protagonista i Playoff promozione per la Serie B. In questi tre anni l’intera città di Potenza ha conosciuto sì il França indiscusso campione in campo, ma ha soprattutto conosciuto il França uomo. La persona dotata di un immenso bagaglio di umiltà, sempre pronta a riconoscersi ed a rispecchiarsi nelle iniziative sociali che via via si svolgevano nella nostra comunità, a cui non ha una sola volta negato la sua preziosa presenza in veste di ospite o testimonial.

Il Bomber di Dio, nella sua vita ha conosciuto da vicino la sofferenza ed ha fatto di questa un’opportunità per migliorarsi come calciatore, ma soprattutto come uomo. Potenza tutto questo lo ha subito compreso ed ha riconosciuto immediatamente a França quell’amore indiscusso ed incontestabile, che nel mondo calcistico è prerogativa solo di pochi eletti. Lo stesso brasiliano, in conferenza stampa, non ha saputo soffocare l’emozione da commiato ed ha parlato dei tre anni vissuti in città come dei tre anni più belli della sua vita sportiva e familiare. Inoltre, al termine dell’incontro del Viviani, ha lasciato una porta aperta ad un possibile ritorno futuro a Potenza, semmai da dirigente.

Qui ritorna il ritornello della canzone di Venditti, il forte legame che unisce França a Potenza potrà chissà un giorno ritornare. Magari non in campo a gonfiare la rete della porta sotto l’amata Curva Ovest, ma in giacca e cravatta per affiancare il Presidente Caiata in altri successi rossoblù. Sognando questi futuri sviluppi, per adesso Potenza può solo ringraziare França per tutto quello che ha fatto dentro e fuori il rettangolo verde e augurargli tutto il bene possibile, fin dalla prossima avventura in Serie D in quel di Seregno.

K. von Metternich

K. von Metternich

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *