MIGRANTI, SERVONO BUON SENSO E REGOLE

 MIGRANTI, SERVONO BUON SENSO E REGOLE

Refugees and migrants wearing masks to prevent the spread of the coronavirus, wait to get on a bus after their arrival at the port of Piraeus, near Athens, on Monday, May 4, 2020. Greek authorities are moving 400 migrants, mostly families, to the mainland to help ease overcrowded conditions at the camp Moria in Lesbos island. (AP Photo/Petros Giannakouris)

Il caso delle fughe di migranti dal centro di accoglienza temporanea di Ferrandina, tra cui tanti sono risultati positivi al Covid 19 ma la cui positività è arrivata dopo che quest’ultimi fossero già introvabili ha avuto ripercussioni sui media nazionali. I migranti sono tutti sbarcati a Lampedusa e trasferiti frettolosamente nei giorni scorsi nel capoluogo lucano su disposizione del Ministero dell’Interno. Sulla vicenda dei migranti che continuano ad arrivare in Basilicata, senza essere prima sottoposti alla opportuna profilassi medica, il Presidente della Regione Vito Bardi, in una nota, afferma che la situazione ha raggiunto ormai il livello di guardia.

Non è possibile pensare di utilizzare le strutture presenti nella nostra regione per sistemare ulteriori richiedenti asilo. La Basilicata, infatti, è stata messa a dura prova in termini di accoglienza, sia dal punto di vista delle strutture sia dal punto di vista della ricettività. L’affollamento dei centri, unitamente ad un mancato controllo, ha prodotto la fuga di alcuni richiedenti asilo. Non possiamo né vogliamo buttare a mare mesi di durissimi sacrifici. Da uomo dello Stato, che lavora per lo Stato e che quindi deve tutelare le popolazioni amministrate, ho chiesto, per il tramite dei Prefetti al Ministro degli Interni di adottare le misure del caso. Non vorrei vedermi costretto, come ultima ratio, a chiedere la chiusura, anche per motivi sanitari, di quei centri che non rispettino i protocolli previsti dalla legge. Il mio è un appello al buon senso, che rivolgo innanzitutto ai ministri lucani presenti nel Governo Conte. La regione Basilicata è, e rimarrà, accogliente per tutti, ma vogliamo il rispetto delle leggi e delle profilassi sanitarie. Lo dobbiamo alla nostra comunità”.

di Dennis Romano

Dennis Romano

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *