SEN. MOLES (FI): UNA INSENSATA GEOMETRIA VARIABILE

 SEN. MOLES (FI): UNA INSENSATA GEOMETRIA VARIABILE

Il distanziamento rappresenta oramai una parola divenuta così comune da far parte del nostro discutere quotidiano. Il Governo per primo, in ogni suo Dpcm, ne ha fatto regola così come ogni attività imprenditoriale o individuo. Ma anche qui pare essere evidente un disordine di idee oltremodo scoraggiante da parte dei vertici che ci governano, a sottolinearlo è l’Onorevole Giuseppe Moles vicepresidente dei senatori di Forza Italia: “E’ giusto proteggere la salute dei cittadini, ma tutte queste direttive contorte sono un accumulo burocratico di vessazioni fuori da ogni realtà, e avranno come unico effetto quello di condannare a morte le imprese. Certe astruserie, certe norme incomprensibili, con divieti e regole che mancano di logica e di razionalità, rischiano di essere davvero il colpo di grazia finale dei nostri artigiani, commercianti, partite iva, piccoli e medi imprenditori: il metro di distanza imposto per tutti diventa un metro e mezzo in Chiesa, due metri in un ristorante o bar, e quattro metri in spiaggia. E’ questa una insensata geometria variabile del distanziamento sociale calcolata in maniera cervellotica, unita ad altrettanti assurdi ed irrazionali vincoli ed obblighi demenziali da adempiere che sono sempre più lontani dalla percezione della realtà e sembrano fatti apposta per impedire la riapertura o il rilancio di qualsiasi attività”.

Redazione

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *