TEORIE COSPIRAZIONISTE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

 TEORIE COSPIRAZIONISTE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Come se già non bastassero la crescita esponenziale dei casi e dei decessi per il Covid-19 nel nostro Paese e nel Mondo, le giuste misure restrittive varate dal Governo con la limitazione della libertà dei cittadini per il contenimento dell’epidemia, negli ultimi giorni non ci siamo fatti mancare neanche la nascita di innumerevoli Cospiracy Theory. Queste sono seconde per viralita’, purtroppo, solo al Covid-19. Le cosiddette Teorie della Cospirazione trovano terreno fertile in questo complicato momento e si nutrono del panico di milioni di persone che si sentono indifese e vulnerabili di fronte ad un nemico così terribile e sconosciuto. Il perché di questo indiscriminato pullulare di fantasiose teorie è facilmente intuibile. La società digitale ha superato di gran corsa la società aperta di Popperiana memoria. Il concetto di iperconnessione porta con sé tanti plus con una democratizzazione ampliata della società, ma nasconde anche tanti minus, dati dal proliferare di tante news che in molti casi diventano fake. Ancor meglio, molto più spesso le notizie false risultano più allettanti ed avvincenti della verità stessa. Delle tante teorie lette sul Covid-19 alcune colpiscono per fantasia più di altre. Per facilità di lettura possono essere raggruppate in due filoni principali: quelle di derivazione strettamente socio/politico/economiche e quelle di derivazione più prettamente letterarie. Resta inteso, che sia le une che le altre trovano ampio risalto e diffusione dalla e nella rete. Le Cospiracy Theory di natura socio/politico/economiche ruotano soprattutto intorno al ruolo di Cina e Stati Uniti come super potenze mondiali. Di seguito ne elencheremo alcune. Una prima indica come responsabile della diffusione del Covid-19 la Cina. Infatti, il “Piano Wuhan” prevedeva la creazione di un’arma biologica da usare contro gli Stati nemici al fine di creare nelle nazioni attaccate, vittime e disordini sociali. Il tutto sarebbe scappato di mano al governo cinese ed a causa di un incidente si sarebbe diffuso nella provincia di Wuhan. Un autogol clamoroso per dirla con i cospirazionisti. Un’altra teoria dello stesso genere cerca di farci credere che sia in atto un attacco batteriologico da parte degli americani ai danni dei cinesi, al fine di frenarne l’espansione economica. Ma allora cosa c’entra l’Italia secondo paese per diffusione del virus? Presto detto, la nostra colpa sarebbe quella di aver aperto una partnership commerciale, tramite la “Via della Seta”, con i cinesi. Questo sarebbe meritevole della punizione USA. Ma al peggio non c’è mai fine. Infatti, la teoria cospirazionista socio/politico/economica più incredibile è quella che correla il Covid-19 al Defender Europe 2020. Detta così poco ci dice. Il Defender Europe 2020 è la più grande esercitazione militare sul suolo europeo da 25 anni ed è la terza dalla fine della guerra fredda. L’inizio delle operazioni parte da marzo con la fine nel giugno 2020. In questa esercitazione saranno coinvolte 18 nazioni della Nato, tra le altre: Francia, Germania, Italia e Regno Unito e vedrà la presenza di 37000 soldati dei quali 20000 saranno americani. Tutti questi militari si daranno battaglia simulata con armi e mezzi ultramoderni tra Belgio, Olanda, Germania, Polonia, Lituania, Estonia e Lettonia. Cosa c’è di male in tutto ciò? I fanatici del complotto ci dicono di stare attenti perché i nostri alleati statunitensi potrebbero aver scatenato il virus così da sfruttare il momento di debolezza degli stati europei per invaderli, visto che i militari americani sarebbero gli unici già vaccinati ed immuni dal virus. Attenzione però, la dietrologia ci nasconde ad arte che le manovre militari erano già programmate da tempo e finalizzate ad accrescere le capacità di difesa europea e non vedranno nessun militare americano entrare sul suolo italiano. Il nuovo mondo webizzato, purtroppo, va così, la sensazione deve essere superata dal sensazionalismo sfrenato.

Di K. von Metternich

K. von Metternich

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *