ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Covid 19. Dopo due nuovi casi. La task force regionale comunica che in tutta la giornata di ieri, 2 luglio, sono stati effettuati 292 test, sono state individuate 2 positività, già confermate in seconda istanza dal laboratorio della Aor San Carlo di Potenza, che non vengono inserite nel computo dei positivi lucani in quanto persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero, sottoposte a tampone all’ingresso in Basilicata, asintomatiche, e ora in isolamento domiciliare in Basilicata. Con questo aggiornamento i casi di contagio confermati in tutta la regione sono 2, come ieri. Sono 371, in totale, le persone guarite. Ai 2 positivi vanno aggiunti nel complesso 27 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 1 di Moliterno, 1 di Villa d’Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda; 371 guariti; 1 paziente di Gravina di Puglia riscontrato dall’Asm; 2 pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare; 1 paziente residente a Torino in isolamento domiciliare in Basilicata, 2 di nazionalità estera e provenienti da Stati esteri. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 40.333 tamponi, di cui 39.911 risultati negativi. I lucani in isolamento domiciliare sono 2.

In Basilicata i saldi inizieranno il 1° agosto e non il 2 luglio. Lo prevede l’ordinanza n. 28 del 1° luglio 2020 emanata dal presidente della Regione, Vito Bardi, sulla base della decisione adottata dalla Conferenza delle Regioni il 7 maggio 2020, che ha posticipato la data di inizio dei saldi estivi. Lo scopo è quello di venire incontro alle esigenze dei commercianti in seguito all’emergenza Covid 19.

Petrolio, Bardi: iniziamo a creare sviluppo sostenibile. Total ha presentato il progetto per la realizzazione di un centro di eccellenza mondiale per droninell’incontro che il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, insieme agli assessori regionali Francesco Cupparo, Francesco Fanelli e Gianni Rosa, ha tenuto con i rappresentanti delle compagnie petrolifere concessionarie del giacimento Tempa Rossa.Erano presenti Roberto Pasolini per la Total, Daniela Conicella per la Shell e in video conferenza Alberto Ajelli per la Mitsu.

Il presidente Vito Bardi ha espresso soddisfazione per l’incontro con la Total che ha definito “proficuo e produttivo costruttivo”. “Con questo progetto – ha spiegato Bardi – metteremo in campo un centro unico nel mondo che darà lavoro a tanti giovani con alta professionalità. Saranno realizzati droni a livello industriale che potranno essere impiegati in agricoltura e in altri settori produttivi. Si tratta di un investimento consistente da parte di Total. Questo è il primo di una serie di progetti che verranno presentati nell’ambito dell’impegno assunto dalle compagnie di investire 25 milioni di euro in un quinquennio. Sicuramente è importante perché non dubito che sarà da stimolo e soprattutto da volano per tutto l’indotto sul territorio. E’ un appello che sento di lanciare proprio agli imprenditori della Basilicata di presentare a loro volta progetti. Stiamo mantenendo le nostre promesse, con i proventi del petrolio iniziamo a creare sviluppo sostenibile e lavoro”.

Merra su servizio navette Matera–Bari e ripresa Tpl regionale. Dal 1° luglio le 2 navette finanziate dalla Regione Puglia hanno ripreso regolarmente il loro servizio. “Nell’attività di monitoraggio continuo che il Dipartimento ha fatto per garantire la ripresa a regime dei servizi nella fase post emergenziale, abbiamo più volte sollecitato il Comune di Matera affinché riprenda immediatamente il servizio delle 7 coppie di corse Matera–Bari aeroporto, a valere sul Cis Matera Capitale della Cultura 2019, che – ribadisce l’assessore Merra – sarebbe potuto ripartire già con l’entrata in vigore dell’ordinanza n. 27 del 14 giugno. Per quanto riguarda le altre 3 coppie di navette, relative a un contratto aggiuntivo, finanziate invece con risorse regionali che non vengono stanziate dal 2016 e su cui abbiamo chiesto una variazione di bilancio, avvieranno il loro servizio subito dopo la ripartenza delle 7 navette Matera-Bari.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *