ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza Covid-19, aggiornamento del 2 ottobre (dati 1 ottobre). La task force regionale comunica che ieri, 1 ottobre, sono stati processati 933 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 16 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 3 persone residenti a Marsicovetere, 5 persone residenti a Melfi, 2 persone residenti a Venosa, 1 persona residente a Matera, 2 persone residenti in Puglia e lì in isolamento, 1 persona residente a Tramutola (casa di riposo di Marsicovetere), 1 persona residente a Montemurro (casa di riposo di Brienza), 1 persona residente in Campania e lì in isolamento. Nella stessa giornata è stata registrata la guarigione di 8 persone (4 residenti a Potenza, 1 residente a Policoro, 1 residente a Picerno e 2 di nazionalità estera in isolamento in Basilicata) e il decesso di 1 persona residente a Marsicovetere. I lucani attualmente positivi sono 264 (258 all’ultimo aggiornamento + 13 positività residenti – 6 guarigioni residenti e 1 decesso) di cui 254 in isolamento domiciliare. Sono 13 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 7 persone, tra cui 1 guarito in attesa di dimissioni, sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive del San Carlo; a Matera 4 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive (tra cui una guarita in attesa di dimissioni) e 2 persone (tra cui 1 guarito ancora ricoverato) nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 74.908 tamponi, di cui 74.059 risultati negativi.

Avviata indagine Asp su decessi casa di riposo Marsicovetere. In seguito ai decessi che si sono verificati presso la casa di riposo di Marsicovetere l’ufficio stampa della Giunta regionale precisa che “la struttura in questione è privata e non è convenzionata con il Servizio sanitario regionale. A seguito dei primi casi di ospiti positivi al Covid si è appreso che vi era un numero di assistiti imprecisato. Immediatamente sono stati effettuati i tamponi al personale sanitario e ai residenti della struttura. Di questi oltre la metà risultavano positivi. Dall’inizio di questa settimana la Rsa è stata sottoposta a una sorveglianza sanitaria da parte dell’Asp. Alcuni pazienti risultati positivi si sono aggravati. Laddove i medici dell’Asp lo hanno ritenuto necessario si è proceduto all’immediato ricovero, in particolare di un degente che poi ha visto aggravate le sue condizioni fino al decesso presso l’ospedale San Carlo di Potenza. Nel corso di queste ore quattro ospiti della struttura sono deceduti. Immediatamente l’Asp ha avviato un’indagine per capire le cause dei decessi. Nel frattempo continuano le ispezioni presso tutte le strutture sociosanitarie e assistite di competenza della Regione, così come programmate dall’inizio della pandemia. Di tutto questo sarà informata l’autorità giudiziaria competente”.

Emergenza sanitaria, Bardi incontra i sindaci della Val d’Agri. Il presidente della giunta regionale, Vito Bardi, ha incontrato i sindaci della Val D’Agri per fare il punto sulle positività registrate negli ultimi giorni in quella porzione territoriale.Nel corso della riunione, a cui hanno preso parte l’assessore alla Salute Rocco Leone e il responsabile della task force Ernesto Esposito, Bardi ha evidenziato l’opportunità di strutturare un efficace coordinamento tra la Regione e i Comuni interessati dall’emergenza sanitaria al fine di dare risposte adeguate ai cittadini ed evitare allarmismi ingiustificati.

Avviso pubblico per sostegno a ripresa Pmi e professioni lucane. La finalità è di inserire l’imprenditorialità diffusa nelle catene del valore a scala regionale e sovraregionale rafforzandone la competitività, anche favorendo il ricambio generazionale e le ristrutturazioni aziendali.Per favorire la ripresa dell’attività dei liberi professionisti e delle micro, piccole e medie imprese operanti in Basilicata nei settori dell’industria, dell’artigianato, del turismo, del commercio e dei servizi la Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, Francesco Cupparo, ha approvato un Avviso Pubblico con misure di sostegno.Le risorse finanziarie disponibili ammontano ad euro 10.000.000 a valere sulle risorse ex PAR FAS 2007-2013 così come rimodulate dalla delibera CIPE n. 29/2015; la Regione si riserva la facoltà di destinare risorse aggiuntive a quelle attualmente stanziate.

Cinghiali nel Vulture, Rosa da problema a risorsa. Per rafforzare le azioni di contenimento dei cinghiali sono stati consegnati ieri a Monticchio 35 attestati di selecontrollore e esperto nel censimento dei capi.Il riconoscimento, rilasciato dall’Ente Parco naturale regionale del Vulture, giunge al termine di un corso di formazione organizzato col supporto dell’Osservatorio della biodiversità del Dipartimento ambiente della Regione Basilicata.La selezione dei capi prevede tre modalità: l’abbattimento da postazione fissa, l’abbattimento con la tecnica della girata con un cane limiere e sette selecontrollori su postazioni fisse, la cattura con i chiusini.

Nuova Aia alla Ferrero, si amplia lo stabilimento di Balvano. La giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa, ha concesso una modifica dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) richiesta dalla Ferrero per lo stabilimento di Balvano. Con la nuova prescrizione, Ferrero incrementerà la produzione dolciaria da 16 mila a 33 mila tonnellate annue.Tra gli aspetti valutati nella nuova Aia, la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica, la ricollocazione di alcune aree di deposito temporaneo dei rifiuti, la riconfigurazione delle reti di scarico e la rimodulazione del quadro delle emissioni.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *