ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza covid-19, aggiornamento del 26 ottobre (dati 24 e 25/10). La task force regionale comunica che nei giorni 24 e 25 ottobre sono stati processati 1.315 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 93 sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano: 8 residenti in Puglia e lì in isolamento diagnosticati in Basilicata, 1 residente in Veneto e in isolamento a Palazzo San Gervasio, 3 di Avigliano, 1 di Baragiano, 2 di Episcopia, 2 di Ferrandina, 8 di Genzano, 1 di Lagonegro, 1 di Irsina, 1 di Latronico, 5 di Lauria, 1 di Lavello, 6 di Maratea, 6 di Matera, 3 di Melfi, 1 di Nova Siri, 3 di Oppido Lucano, 2 di Palazzo San Gervasio, 3 di Pietragalla, 1 di Pignola, 15 di Potenza, 1 di Rionero, 1 di Rivello, 3 di Ruoti, 1 di Sant’Arcangelo, 1 di Senise, 3 di Stigliano, 1 di Tito, 1 di Tramutola, 1 di Venosa, 3 di Viggianello, 3 di Viggiano di cui 1 in isolamento a Marsicovetere. Negli stessi giorni sono guarite 22 persone: 5 di Brienza, 2 di Melfi, 1 residente in Toscana in isolamento a Corleto Perticara, 1 di Forenza in isolamento a Rionero, 1 di Pignola in isolamento a Potenza, 7 di Pescopagano e 5 di Potenza. I lucani attualmente positivi sono 900 (838 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 84 positività di residenti e si sottraggono 21 guarigioni di residenti e 1 scheda relativa ad una persona positiva di Lauria che nel report del 23 ottobre era stata erroneamente contabilizzata due volte) e di questi 828 si trovano in isolamento domiciliare. Sono 72 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: all’ospedale San Carlo di Potenza 22 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 20 nel reparto di Pneumologia, 2 nel reparto di Medicina d’Urgenza, 3 nel reparto di Terapia Intensiva; all’ospedale ‘Madonna delle Grazie’ di Matera 18 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 3 nel reparto di Pneumologia e 4 in quello di Terapia intensiva. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 96.556 tamponi, di cui 94.668 sono risultati negativi.

Diga del Rendina, assessore Fanelli: risposta positiva per il mondo agricolo. Esclusa la dismissione dell’invaso, ora il mondo agricolo dell’Alto Bradano può guardare con fiducia al futuro. Dopo i lavori di consolidamento della diga del Rendina, agli agricoltori dell’Alto Bradano sarà assicurata la risorsa idrica necessaria per incrementare lo sviluppo del comparto ortofrutticolo e zootecnico.

Dpcm Conte, il governatore lucano Bardi: “Dare più ascolto alle Regioni”. “Il Governo con l’ultimo dpcm penalizza i territori e mette in difficoltà molte attività produttive che nel tempo si erano adeguate al rispetto di tutte le normative per la prevenzione della diffusione del contagio. Non è possibile che le regioni possano intervenire solo in maniera ulteriormente restrittiva rispetto al dpcm, anziché poter valutare caso per caso e laddove sussistano le condizioni in relazione alle peculiarità del territorio, consentire l’esercizio di attività produttive, connesso ovviamente ad un controllo e a un monitoraggio costante. Ciò premesso, mi auguro che quantomeno le misure di sostegno economico annunciate siano tempestive e commisurate al danno che da domani migliaia di attività saranno costrette a fronteggiare. Dobbiamo fronteggiare efficacemente l’emergenza sanitaria e nel contempo scongiurare il disastro economico”.

Gestione emergenza sanitaria, nuova riunione in Regione. Questa mattina, affiancato dal direttore generale del dipartimento Politiche della persona, Ernesto Esposito, il presidente Vito Bardi ha ricevuto nuovamente, nel palazzo della giunta, i referenti delle aziende sanitarie per fare il punto sulle misure messe in campo per contrastare la pandemia. Tra le novità emerse nel corso della riunione, quella di valutare l’individuazione di ulteriori strutture da destinare ai ricoveri dei pazienti positivi al covid-19 asintomatici o paucisintomatici. Questi posti letto si andrebbero ad aggiungere a quelli degli ospedali da campo donati dal Qatar e a quelli derivanti dall’ampliamento dei reparti Covid.

Pov: assessore regionale Cupparo: un provvedimento per anticipare le risorse. La Giunta Regionale ha approvato nell’ultima seduta un provvedimento di modifica del sistema di anticipazioni delle risorse a favore dei soggetti attuatori degli interventi infrastrutturali finanziati con le risorse del POV (Programma Operativo Val d’Agri-Melandro-Sauro-Camastra). L’atto prevede, sin dalla presentazione all’Ufficio Progetti Speciali Val d’Agri del cosiddetto progetto di fattibilità tecnico-economica, un quota di anticipazione che varia dal 10 % per i finanziamenti fino a 400.000 euro sino al 15% per quelli di importo superiore.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *