ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Total, Bardi: difesa dell’ambiente e nuova occupazione le priorità. Si è parlato di compensazioni ambientali e di nuova occupazione nell’incontro che il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa, insieme agli assessori Francesco Cupparo e Francesco Fanelli, hanno tenuto con i rappresentanti della Total. “Siamo all’inizio di un percorso di dialogo e confronto impostato su una necessità che abbiamo segnalato alle società petrolifere. Per la prima volta – dichiara il Governatore Bardi – la Regione Basilicata ha chiesto che le attività e le risorse legate alla compensazione ambientale siano in grado di potenziare anche e soprattutto lo sviluppo del territorio, sia in termini economici che occupazionali. La nostra priorità, mantenendo fede agli impegni assunti in campagna elettorale, resta la salvaguardia ambientale. Ma occorre fare di più per coniugare tutta l’attività di compensazione ambientale con la nuova occupazione. Le società petrolifere negli accordi che sono stati fatti hanno messo a disposizione 50 milioni di euro distribuiti in 5 anni che possono essere utilizzati anche in un’unica soluzione. E’ un’occasione importante”.

Ripresa attività sanitarie, incontro in Regione con i sindacati. E’ stato organizzato un incontro sul tema della riapertura delle attività sanitarie che si è svolto nella sala Inguscio del dipartimento Politiche della persona alla presenza dell’assessore alla Salute Rocco Leone, del direttore generale Ernesto Esposito, dei vertici delle aziende sanitarie lucane e dei rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil Fpl e Fials. Sul tema l’assessore Leone ha detto che “con l’emergenza non del tutto superata e le regole stringenti varate a livello nazionale, almeno in questa fase le strutture sanitarie devono prevedere l’estensione delle attività nella fascia pomeridiana e possibilmente nei giorni prefestivi e festivi. Il tema della sanità è avvertito come prioritario in Basilicata e nelle altre regioni. Dopo aver affrontato con risolutezza la situazione straordinaria legata al Covid-19, le nostre strutture sanitarie devono tornare a dare risposte ai cittadini in tutti gli ambiti medici e per l’avvio dei processi organizzativi diventa stimolante il confronto e il contributo dei diversi soggetti in campo, inclusi i sindacati. Questa emergenza – ha proseguito a margine l’assessore alla Salute – ci ha ribadito ancora una volta che investire sul territorio è fondamentale, perché una medicina territoriale che funziona drena pazienti e ha un controllo diretto delle patologie. In una visione moderna di sanità, il territorio diventa l’ambito in cui si prende in carico il paziente per le cure e l’assistenza”.

Programma TIS: ridare dignità di lavoro a queste persone. Per i beneficiari del Programma TIS (Tirocini finalizzati all’inclusione sociale), che nonostante la sospensione delle attività, a seguito dell’epidemia Covid-19, hanno continuato a percepire le indennità mensili, non è previsto il recupero delle ore non prestate. Il dipartimento regionale ha chiarito: “Dopo l’interruzione della seconda fase del Programma TIS, dovuta alla pandemia, la Giunta è a lavoro per definire, con il partenariato sociale e l’attività dell’Arlab, nuove misure di sostegno a favore di categorie sociali appartenenti ad una fascia di popolazione caratterizzata da particolare vulnerabilità e fragilità, al fine di consentirne la partenza a breve termine. Per quel che riguarda il recupero delle ore dei lavoratori del RMI, tenuto conto che è intenzione del Presidente e dell’intera Giunta prorogare il programma fino al 31 dicembre, si potrebbe ipotizzare di spalmare il recupero dei mesi di fermo dovuto al lockdown nei mesi futuri. Questo sarà certamente concordato con i Comuni e con le organizzazioni sindacali”.

Covid e turismo, l’assessore regionale Leone: “La Basilicata si sta attrezzando”. “Con la stagione estiva oramai alle porte, la Regione continuerà a garantire condizioni di sicurezza ai cittadini lucani, ma ci stiamo attrezzando per accogliere adeguatamente le persone che, come ogni anno, sceglieranno la Basilicata come meta delle proprie vacanze. Ci auguriamo che i numeri confortanti legati all’emergenza sanitaria nella nostra regione e le misure che stiamo adottando, compresa quella di istituire a partire dai prossimi giorni dei punti sanitari dedicati nelle aree turistiche strategiche sulla costa tirrenica, nel Metapontino e nel Parco nazionale del Pollino, chiaramente senza abbassare la guardia a Matera e nel capoluogo possano da un lato tranquillizzare i residenti e dall’altro invogliare tanti turisti a raggiungere la Basilicata”.

Bardi replica al Quotidiano del Sud: “In merito ai titoli e all’articolo “Caso Barresi, cresce l’imbarazzo e Bardi minaccia querele ad Pd” – “Bardi fa un’altra figuraccia e minaccia querele”, pubblicati su “Il Quotidiano del Sud” nei giorni scorsi, il Presidente Bardi smentisce, laddove ve ne fosse bisogno, l’astrusa interpretazione del giornalista e del titolista che, estrapolando ed interpretando pezzi di una risposta ad una interrogazione dei consiglieri Pittella e Cifarelli, deducono minacce di querele o di azioni legali non si sa bene rivolte a chi. Questo modo di fare informazione, al netto della faziosità, è incommentabile. Sarebbe ora che i fatti vengano divisi dalle opinioni per il rispetto che si deve alla funzione di chi amministra ed anche ai lettori”.

di Pietro Soldo

Pietro Soldo

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *