ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza covid-19, aggiornamento del 16 gennaio (dati 15 gennaio). La task force regionale comunica che ieri, 15 gennaio, sono stati processati 790 tamponi di cui 89 (e fra questi 86 residenti in Basilicata) sono risultati positivi.Le positività lucane riguardano: 1 persona di Anzi, 3 di Avigliano, 6 di Brienza, 1 di Garaguso, 6 di Lavello, 3 di Marsico Nuovo di cui una persona in isolamento a Brienza, 4 persone di Marsicovetere di cui 2 in isolamento a Brienza, 4 di Matera, 1 di Melfi, 1 di Missanello in isolamento a Brienza, 2 persone di Moliterno di cui una in isolamento a Brienza, 1 persona di Montalbano Jonico in isolamento a Brienza, 1 di Montemurro, 1 di Muro Lucano, 1 di Oppido Lucano, 2 di Paterno, 1 di Picerno, 1 di Pietragalla, 4 persone di Pignola di cui 1 in isolamento a Potenza, 4 persone di Pisticci di cui 1 in isolamento a Matera, 2 di Policoro, 10 persone di Potenza di cui 1 in isolamento a Brienza, 3 di Rapolla, 1 di Rionero in Vulture, 1 di Rotonda, 1 di Ruoti, 1 di Salandra, 3 persone di Sant’Angelo Le Fratte di cui una in isolamento a Brienza, 1 di Sarconi, 2 di Sasso di Castalda, 4 persone di Satriano di Lucania di cui 1 in isolamento a Tito, 3 persone di Tramutola di cui una in isolamento a Brienza, 1 di Venosa in isolamento a Brienza, 1 persona di Vietri di Potenza, 4 di Viggiano di cui 1 in isolamento a Brienza e 1 in isolamento a Potenza. Nella stessa giornata sono decedute 2 persone (1 residente a Rapone e 1 residente in Calabria) e sono state registrate 36 guarigioni. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 6.665 di cui 6.575 in isolamento domiciliare. Sono 5.132 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 283 quelle decedute residenti.Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 90: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 31 in Pneumologia, 9 in Medicina d’urgenza e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 6 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive e 7 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 199.193 tamponi, di cui 184.497 risultati negativi, e sono state testate 124.764 persone.

Protesta studenti, assessore Leone: “Pronto a ricevervi”. “Contestate, se credete che sia per una causa giusta. Ne avete tutto il diritto. Ma sommessamente vi invito a lasciare uno spazio al dubbio, dal momento che la realtà, tante volte, non corrisponde al modo in cui viene rappresentata. I fatti dicono che in Basilicata l’emergenza sanitaria è stata gestita meglio di altri contesti italiani. E sono anche convinto, in tutta onestà, che qualcosa si poteva fare meglio e soprattutto che la pandemia abbia fatto emergere alcune criticità sanitarie che vengono da lontano. Per approfondire questi temi, nei prossimi giorni sono pronto a incontrare, garantendo le massime condizioni di sicurezza, una delegazione di studenti”. Così l’assessore alla Salute, Rocco Leone, risponde agli studenti di Potenza che hanno protestato davanti alla sede della Regione per chiedere la riapertura in sicurezza delle scuole.

Sp Racanello, Merra: “Soluzioni condivise per superare criticità”. L’assessore alle Infrastrutture, nel corso di un incontro in Dipartimento, ha individuato un percorso per ripristinare il transito sull’arteria. Utilizzare temporaneamente circa 338 mila euro di fondi del Po Val d’Agri già destinati alla Fondovalle del Racanello della Provincia di Potenza: questo, per far fronte “con urgenza ad un fenomeno di dissesto che ha reso inevitabile per questioni di sicurezza la chiusura di un tratto della strada”

Giunta regionale approva il Piano di abbattimento dei cinghiali. Gli Ambiti territoriali di caccia pubblicheranno gli avvisi di selezione. Con un altro provvedimento, a seguito della sospensione disposta a causa dell’emergenza covid-19, sarà prorogata di dieci giorni (fino al 31 gennaio) la data di chiusura dell’attività venatoria. La Regione continua a mettere in campo tutti gli strumenti a disposizione per fronteggiare la costante espansione numerica dei cinghiali, che come è noto determinano risvolti di natura biologica ma anche economica e sociale. Oltre a causare danni diretti e indiretti alle colture agricole e forestali, la presenza dei cinghiali nelle vicinanze dei centri abitati desta preoccupazione e allarmismo nei cittadini, mettendo a rischio l’incolumità delle persone per gli incidenti stradali causati dall’improvviso attraversamento degli esemplari di questa specie sulle strade.

Incontro in Regione su Piani sociali intercomunali ed Rsa. L’assessore regionaleLeone ha sollecitato i comuni capofila degli Ambiti territoriali a presentare celermente i rendiconti sulle attività previste per le annualità 2019 e 2020, recuperando i ritardi, per permettere alla Regione di stanziare i fondi disponibili.Gli Ambiti territoriali presenteranno entro il 31 marzo la bozza ed entro il 30 giugno i Piani sociali intercomunali definitivi. Oltre al tavolo politico sarà costituito un tavolo di coordinamento tecnico che affronterà le tematiche relative alla compartecipazione, alla governance e alle criticità dei Piani d’Ambito. Entro una settimana sarà completato il bando sulle disabilità gravi. A breve, inoltre, sarà presentato il Regolamento sull’organizzazione e il funzionamento delle Residenze sanitarie assistenziali (Rsa) per gli anziani.

PO Val d’Agri, 5 milioni a sostegno delle attività produttive. La Giunta regionale, con delibera 973/2020, ha deciso l’erogazione di 5 milioni di euro a sostegno delle attività produttive dei 35 Comuni ricadenti nell’area di competenza del Programma Operativo Val d’Agri. Ne dà notizia l’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo, con delega al coordinamento del POV, precisando che i criteri di ripartizione sono stati concordati con i sindaci che hanno sottoscritto un documento tecnico-operativo in attuazione dell’annualità 2020-2021 del Progetto Rete Interventi Programma Operativo Val d’Agri-Melandro-Sauro-Camastra.

Promozione prodotti lucani, bando regionale aperto fino al 1° febbraio. Ancora aperto fino al 1° febbraio il secondo bando, approvato dalla Giunta regionale con la delibera n. 845/2020, relativo alla Sottomisura 3.2 “Sostegno per attività di informazione e promozione, svolte da associazioni di produttori nel mercato interno”, a valere sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.Con una dotazione finanziaria complessiva di 700 mila euro, il bando finanzia progetti della durata di 12 mesi che prevedano azioni di informazione e di promozione a carattere pubblicitario dei prodotti tutelati da sistemi di qualità riconosciuti a livello comunitario e nazionale.Beneficiari della misura sono le associazioni di agricoltori anche di tipo temporaneo o di scopo formate da almeno 5 produttori primari con sede legale o operativa in Basilicata e che non abbiano partecipato al precedente bando avviato nell’annualità 2017. Il contributo erogato in conto capitale è pari al 70 per cento del costo totale delle spese ammesse.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *