ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

La Basilicata ritorna su “Linea Verde”. La Regione fa squadra per presentare una Basilicata autentica, una terra dove l’uomo ha saputo conservare nel corso dei secoli paesaggi incontaminati e unici. Sarà questa Basilicata la protagonista di sei puntate della trasmissione “Linea Verde”, che andranno in onda da luglio e settembre su Rai Uno. La Regione affiancherà la Rai per una narrazione del territorio tutta lucana. Gli uffici regionali che si occupano di Ambiente, Agricoltura e Turismo e l’Apt lavoreranno all’unisono per presentare sulla rete della Tv italiana, e poi sui canali stranieri, alcuni degli angoli più suggestivi e rappresentativi del territorio.

Riprendono tutti i servizi minimi di trasporto pubblico regionale. Da oggi riprendono tutti i servizi minimi essenziali di trasporto pubblico locale, individuati nei contratti di servizio, ad esclusione dei servizi di tipo scolastico. Tali servizi dovranno essere attuati garantendo ai lavoratori e agli utenti condizioni di sicurezza e al tempo stesso la l’intera offerta di trasporto pubblico locale, esercitata nel periodo precedente alla fase emergenziale. Al contempo continueranno ad essere implementati i servizi di trasporto pubblico locale verso gli stabilimenti produttivi in attività, secondo il programma di potenziamento delle corse operaie dello scorso 21 maggio, in stretta connessione all’effettiva attività degli stabilimenti industriali. Trenitalia già da qualche giorno ha ripreso tutti i servizi ferroviari, mentre Ferrovie Appulo Lucane ha disposto la completa ripresa di tutti i servizi dal prossimo 22 giugno 2020.

Cava quarzareniti a Melfi, lettera dell’assessore regionale Rosa agli enti. “Il procedimento amministrativo relativo al progetto di coltivazione mineraria di una cava di quarzareniti in località Monte Crugname nel Comune di Melfi risale al 2017 ed ha seguito il normale iter previsto in questi casi, nel corso del quale tutti gli enti preposti hanno espresso parere favorevole. L’autorizzazione rilasciata al termine del procedimento non è quindi una decisione politica del governo regionale ma un atto amministrativo adottato in piena autonomia dal competente ufficio della Regione Basilicata.Ciòper chiedere a tutti gli enti e a tutti gli uffici regionali coinvolti nel procedimento, per quanto di propria competenza, una relazione rispetto alle osservazioni evidenziate”

Per le strutture ricettive resta obbligo di conservare i dati degli ospiti. L’ultima ordinanza regionale specifica che: “Le attività turistiche e le strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e le attività ad esse assimilate, comprese le strutture turistico-ricettive all’aria aperta sono tenute a mantenere, nel rispetto della disciplina vigente sulla privacy ed in armonia con le previsioni delle ‘linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative’, per un periodo di almeno 14 giorni l’elenco dei soggetti provenienti da altre regioni o dall’estero alloggiati presso le medesime strutture”.

di Pietro Soldo

Pietro Soldo

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *