ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza covid-19, aggiornamento del 16 febbraio (dati 15 febbraio). La task force regionale comunica che ieri, 15 febbraio, sono stati processati 1.058 tamponidi cui 83 (e fra questi 79 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività lucane riguardano: 1 ad Acerenza, 3 ad Atella, 1 a Bernalda, 10 a Forenza, 1 a Gallicchio, 4 a Genzano, 9 a Matera, 9 a Melfi, 4 a Pignola, 1 a Pisticci, 11 a Policoro, 4 a Potenza, 3 a Rionero, 1 a Ruvo del Monte, 1 a Senise, 1 a Stigliano, 1 a Tricarico, 14 a Venosa. Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Bernalda. Sono 54 le persone guarite di cui 53 residenti in Basilicata. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.238, di cui 3.159 in isolamento domiciliare. Sono 10.368 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 343 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 79: a Potenza 30 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 22 in Pneumologia, 7 in Medicina d’urgenza e 4 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 8 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Pneumologia e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 224.230 tamponi molecolari, di cui 207.560 sono risultati negativi, e sono state testate 137.183 persone.

Il triste destino di un grande campione. E’ morto Leonardo Volturno. Il 15 febbraio Leonardo Volturno, l’ex capitano del Potenza Calcio, è venuto a mancare. A 50 anni (ne avrebbe compiuti 51 il prossimo 7 aprile) uno dei centrali difensivi più forti della regione di tutti i tempi è stato stroncato da una brutta malattia: la SLA. Con la squadra principale del Potenza ha giocato 204 volte, alle quali vanno aggiunte 61 presenze con le casacche di Cus e Asc che ne hanno contraddistinto la storia recente del calcio in città. Ha vinto 4 Coppa Italia regionali con l’Asc Potenza, Avigliano (2 volte di fila) e Angelo Cristofaro Oppido e altrettanti campionati di Eccellenza (Invicta Potenza, Asc Potenza, Francavilla e Angelo Cristofaro Oppido). Chiude la carriera di calciatore all’età di 42 anni in serie D con l’Angelo Cristofaro Oppido. Lascia la moglie Anna e i figli Daniele e Cristian. In cielo raggiunge Peppe Sabia, l’altro centrale difensivo con cui formava la coppia che avrebbe portato nel 1994 l’Invicta Potenza in serie D. 

Nessun soggetto invisibile davanti al bisogno di salute. “Davanti al bisogno di salute non esistono gli ultimi e meno che mai i soggetti invisibili, ma solo persone aventi pari dignità, diritti e doveri. Questi precetti sono parte del nostro corredo etico e culturale e condivisi da tutto il presente governo regionale”, così l’assessore alla Sanità regionale Leone. “La campagna di prevenzione anti Covid-19, tramite vaccini, alle categorie portatori di gravi disabilità e alle persone che se ne fanno carico è un problema che ci siamo sempre posto così come le sue eventuali soluzioni. Non sfugge a chi ci interroga che la dimensione del problema è rilevante da un punto di vista numerico e postula soluzioni eque e condivise. Accogliamo con piacere, non solo la richiesta, ma anche la soluzione profilata dal Garante professor Giuliano e da alcune associazioni, sulla istituzione di una anagrafe regionale della disabilità al fine di delineare compiutamente la dimensione del problema, e da valere non solo per la necessità vaccinale ma per tutta un’altra serie di contingenze, e che diventi strumento di trasparenza”.

Fiammate Tempa Rossa: Regione valuta sanzioni.Nella scorsa notte è stato registrato un nuovo fenomeno presso il Centro olio di Tempa Rossa con superamenti dei limiti di emissione in atmosfera. A riguardo, l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Gianni Rosa informa che “gli uffici del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata e quelli dell’Arpab si sono immediatamente attivati per effettuare i dovuti controlli ed alla Total sono stati già richiesti con urgenza tutti i chiarimenti del caso sull’evento accaduto, sulle cause e sulle procedure adottate per ripristinare il normale funzionamento dell’impianto, oltre alla trasmissione dei dati delle portate volumetriche della torcia”. Trattandosi del terzo fenomeno verificatosi nel corso del 2021, nel rispetto delle norme e dell’autorizzazione AIA, si valuteranno con attenzione i provvedimenti sanzionatori da applicare, compresa la sospensione dell’attività. 

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *