ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza covid-19, aggiornamento del 20 febbraio. La task force regionale comunica che ieri, 19 febbraio, sono stati processati 1.302 tamponi di cui 91 (e fra questi 88 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi.Le positività lucane riguardano: 1 Avigliano, 1 Cancellara, 1 Castelsaraceno, 1 Castronuovo di Sant’Andrea, 2 Genzano, 1 Lauria, 2 Maratea, 14 Matera, 3 Melfi, 2 Montalbano, 1 Montemilone, 3 Montescaglioso, 2 Nova Siri, 3 Palazzo San Gervasio, 4 Picerno, 4 Pisticci, 7 Policoro, 1 Pomarico, 9 Potenza, 3 Roccanova, 1 Rotondella, 1 San Chirico Nuovo, 7 Sant’Arcangelo, 1 Scanzano, 4 Senise, 1 Stigliano, 1 Tricarico, 4 Venosa, 3 Viggianello. Nella stessa giornata sono decedute 2 persone: 1 residente a Nova Siri, 1 a Potenza.Sono 75 le persone guarite (di cui 74 residenti in Basilicata). Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.329, di cui 3.246 in isolamento domiciliare. Sono 10.684 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 352 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 83: a Potenza 27 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 23 in Pneumologia, 9 in Medicina d’urgenza e 3 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 14 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 6 in Pneumologia e 1 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’.Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 229.688 tamponi molecolari, di cui 212.585 sono risultati negativi, e sono state testate 140.512 persone.

Api-Bas, l’assessore regionale Cupparo: “Smentiti i sostenitori di sciagure politiche”. “L’approvazione in Consiglio regionale della legge di istituzione di Api-Bas, arricchita di emendamenti presentati da consiglieri della maggioranza, dopo una preziosa e paziente azione di mediazione e confronto del presidente Bardi, mette la parola fine alle polemiche e alle strumentalizzazioni agitate in tutte queste settimane e smentisce quanti hanno scritto paginate di giornale prefigurando sciagure politiche. Si prenda atto – prosegue Cupparo – che la massima istituzione regionale ha deciso una svolta storica nella governance delle aree industriali e nelle politiche per lo sviluppo produttivo e l’occupazione della nostra regione. Dispiace piuttosto constatare che le opposizioni, in particolare espressioni di quel centrosinistra che per decenni non ha saputo o voluto individuare soluzioni, si siano trincerate dietro questioni procedurali alla presentazione degli emendamenti senza esprimere uno straccio di valutazione di merito. Di questa forma di opposizione rissosa, purtroppo, dobbiamo farci una ragione.Adesso ci attende, prioritariamente, il delicato e non facile lavoro del superamento dell’attuale Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza che sarà posto in liquidazione e, contestualmente, la Giunta nominerà il liquidatore che subentrerà in tutti gli organi ordinari e straordinari del Consorzio. Al termine della procedura di liquidazione il Consorzio sarà sciolto. Siamo certi di aver dato una prima risposta alle questioni di emergenza che agitano da troppo tempo il Consorzio e i lavoratori addetti ai servizi. Contestualmente avvieremo il programma per l’attuazione e la gestione di interventi coordinati di infrastrutturazione, di rilancio e valorizzazione delle aree produttive regionali anche con la predisposizione di strumenti semplificativi per l’insediamento nelle stesse, oltre alla gestione e manutenzione delle aree industriali regionali”.

Piano antincendio, perimetrazione delle aree percorse dal fuoco. Sul Geoportale regionale disponibile l’applicativo che permette di visualizzarle. Una iniziativa fortemente voluta al fine di supportare le amministrazioni comunali nell’aggiornamento del Catasto incendi previsto dalla legge n. 353/2000.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *