ULTIM’ORA BASILICATA

 ULTIM’ORA BASILICATA

Emergenza covid-19, aggiornamento 9 marzo (dati 8 marzo). La task force regionale comunica che sono stati processati 2.012 tamponi molecolari di cui 186 (e fra questi 180 relativi a residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività lucane riguardano: 5 persone residenti ad Avigliano, 3 a Bernalda, 4 a Castronuovo di Sant’Andrea, 2 a Chiaromonte, 1 a Episcopia, 4 a Ferrandina, 3 a Forenza, 19 a Francavilla, 1 a Genzano, 7 a Grottole, 2 a Irsina, 5 a Latronico, 2 a Lauria, 2 a Maratea, 39 a Matera, 3 a Melfi, 1 a Moliterno, 5 a Montescaglioso, 1 a Nova Siri, 2 a Palazzo San Gervasio, 1 a Pietrapertosa, 5 a Pisticci, 2 a Policoro, 13 a Potenza, 4 a Rapolla, 11 a Rionero, 1 a San Severino Lucano, 4 a Senise, 1 a Stigliano, 19 a Teana, 1 a Trecchina, 1 a Tursi, 3 a Venosa e 2 a Viggiano. Nella stessa giornata è deceduta 1 persona residente a Sant’Arcangelo e sono state registrate 56 guarigioni. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 3.581, di cui 3.453 in isolamento domiciliare. Sono 12.405 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 368 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 128: a Potenza 34 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 19 in Pneumologia, 12 in Medicina d’urgenza e 6 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 37 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Pneumologia e 8 in Terapia intensiva dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 252.458 tamponi molecolari, di cui 233.273 sono risultati negativi, e sono state testate 154.286 persone.

Presentato progetto Total per centro eccellenza droni. I dettagli del progetto di investimento per 3 milioni di euro della Total per la realizzazione di un centro di eccellenza per droni da realizzare nell’area Pip di Stigliano sono stati illustrati in una videoconferenza. Il progetto era stato presentato per la prima volta in Regione il primo luglio dello scorso anno al presidente Vito Bardi. Sono state illustrate le varie fasi del progetto, indicando tempi previsti, ruoli e responsabilità. La Total realizzerà gli studi ingegneristici, seguirà il processo autorizzativo fino all’approvazione del progetto definitivo; la Total si avvarrà del supporto del gruppo Capgemini Altran, laeder mondiale nelle tecnologie innovative legate allo sviluppo dei droni, nelle fasi di ingegneria ed avviamento del CED; Total ha stabilito le basi per una collaborazione di lunga durata con ENAC; una società contrattista lucana sarà selezionata attraverso gara d’appalto per l’attività della costruzione del sito e di installazione di uffici e circuiti di prova. Nell’evidenziare che sarà un Centro unico al mondo, i tecnici Total hanno sottolineato gli obiettivi da perseguire nei settori della ricerca con le applicazioni dirette ad imprese, servizi, turismo-cultura, agricoltura, dello sviluppo del territorio e dell’occupazione diretta ed indotta.

Dichiarazione Bardi su velocizzazione campagna vaccinale. “Il cambio di passo c’è e si vede. Con il nuovo Governo si punta tutto sulla campagna vaccinale e sulla velocità. Ho apprezzato che anche il Ministro della Salute abbia voluto coinvolgere un network così capillare sul territorio come quello di Poste italiane, che gode anche della fiducia della popolazione. Posso già annunciare che entro pochissimi giorni anche in Basilicata sarà operativa la piattaforma di Regione e Poste Italiane per la prenotazione vaccinale. Siamo agli ultimi accorgimenti finali e poi saremo probabilmente pronti anche prima dell’emanazione della circolare ministeriale. Sulla velocità e la penetrazione della campagna vaccinale si gioca non solo la stagione estiva, ma il futuro sanitario, produttivo e sociale della nostra Regione. In Basilicata siamo pronti a ogni tipo di sforzo per proteggere la nostra popolazione, in primis i soggetti più anziani e quindi più a rischio”. Lo dichiara il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Contributo imprese e professionisti Tari/Taric: differimento scadenza al 31/03/2021. Per consentire di presentare istanze a un numero maggiore di imprese e professionisti sono stati ulteriormente differiti alle ore 18,00 del 31.03.2021 i termini di scadenza dell’Avviso Pubblico “Contributo alle imprese ed ai professionisti lucani per far fronte alla TARI/TARIC 2020” approvato dalla Giunta regionale, nell’ambito delle misure straordinarie per l’ emergenza sanitaria – Covid-19. Ne dà notizia Francesco Cupparo, assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca, riferendo che ad oggi sono pervenute 10.812 istanze per un corrispettivo di circa 9 milioni di euro di contributo TARI/TARIC 2020 concedibile a valere sul POR FESR Basilicata 2014/2020. L’Avviso ha stanziato un importo complessivo pari a 20 milioni di euro. Una misura a favore delle imprese e dei liberi professionisti tenuti a versare, in base alla normativa nazionale e alle disposizioni regolamentari dei Comuni, la TARI/TARIC 2020 quali “utenze non domestiche”, per le sedi operative site nel territorio della Regione Basilicata, che si trovano in difficoltà finanziaria a causa della pandemia da Covid-19 e/o la cui attività è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19. Il contributo sarà concesso sotto forma di sovvenzione a fondo perduto, nella misura dell’80% dell’importo della Tassa Rifiuti dovuta, sia per la parte fissa che variabile, per l’anno 2020 per le strutture produttive e gli studi professionali ubicate/i nei Comuni della Regione Basilicata. 

La Regione Basilicata nominerà un esperto nel Cts. Il Comitato tecnico scientifico (Cts), che ha competenze di consulenza e supporto alle attività di coordinamento per l’emergenza Coronavirus, sarà implementato da un esperto designato dalla Regione Basilicata. La richiesta del presidente Bardi è stata accolta dopo interlocuzioni con i rappresentanti del governo avviate per discutere dei criteri e delle modalità di assegnazione di determinati colori ai singoli territori. Questione che il presidente Bardi ha da tempo sollevato assieme ad altri presidenti di Regione.

di Lucia Verrastro

Lucia Verrastro

Articoli correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *